Contatti
 

Via Santi Martiri 2A
46100 Mantova - Italy
tel. +39.0376.323462
fax +39.0376.363419
fax amm. +39.0376.356388

info_chiocciola_benedinipartners_punto_it

Via Pietrasanta 12
20141 Milano
tel. +39.02.97696779

camilla_chiocciola_benedinipartners_punto_it

P.IVA 02268890205

Benedini & Partners
 

Benedini & Partners è uno studio multidisciplinare con sedi a Milano e Mantova, che opera in diversi ambiti quali: architettura civile e  industriale, ristrutturazioni e restauro, allestimenti fieristici e museali. Lo studio  si presenta quale interlocutore di elevata professionalità in grado di ottenere risultati innovativi e versatili grazie a un puntuale controllo di ogni fase del processo progettuale.

Partners dello studio sono gli architetti Giampaolo e Camilla Benedini laureati entrambi al Politecnico di Milano. Giampaolo Benedini svolge attività professionale dagli anni  70, Maria Camilla Benedini si laurea  in Architettura nel 2001. Durante gli anni dell’università approfondisce , frequentando l’università Elisava di Barcellona, i temi dello spazio urbano e dell’allestimento. Dopo aver fatto la sua prima esperienza di lavoro presso lo studio Lissoni Associati, si trasferisce a Londra dove lavora presso lo studio Michael Ginn Associates. Ritorna a Milano per condurre la sede milanese dello studio Benedini & Partners.


 
 
 
Home         Profilo
150826_web_benedini_partners_loghi__bc-logo 150826_web_benedini_partners_loghi__ba-logo
150826_web_benedini_partners_loghi__bp-logo

Complesso Industriale Aprilia (Scorzè) - 1998

Lo stabilimento produttivo è situato a circa 20 km da Mestre, non lontano dal quartier generale della Casa di Noale.

Idea di Progetto

L’intervento nasce dall’esigenza di ristrutturare ed ampliare una dismessa fabbrica di mobili per farla diventare il più grande sito produttivo di Aprilia con una superficie totale di circa 40.000 mq.
Il progetto si basa sulla volontà di perseguire una coerenza d’immagine tra l’esistente e la parte di nuova edificazione. Ciò è risolto mediante l’uso di materiali, colori e soluzioni formali scelte per la loro affinità con il concetto di innovazione.

Dal punto di vista funzionale, la distribuzione interna è organizzata da un grande asse centrale che corre longitudinalmente alla fabbrica, in parte coperto ed in parte scoperto, dividendo le linee di assemblaggio delle motociclette da quelle degli scooters. Alle due estremità delle linee di montaggio sono posizionati i portoni di carico/scarico per l’accesso ai magazzini di approvvigionamento parti e deposito del prodotto finito.

Alla fine delle linee di produzione delle motociclette, un nastro trasportatore con montacarichi integrato conduce le moto al primo piano dove verranno sottoposte ai previsti controlli di qualità attraverso un tunnel vetrato. Se i controlli sono positivi, le moto vengono indirizzate al magazzino di stoccaggio del prodotto finito al piano terra. Il tunnel è sorretto da una struttura in acciaio di tipo tridimensionale che costituisce per l'insieme un rimando tecnologico all’attività produttiva.

Al piano primo sono posizionati i settori di preassemblaggio e di controllo qualità in prossimità delle testate dell’impianto, mentre al centro, affacciati sulla corte interna centrale, sono localizzati gli spazi a servizio degli addetti come la mensa e gli spogliatoi.

Materiali

-    il paramento esterno è realizzato per le parti cieche in diversi materiali: le testate con i portoni hanno un rivestimento in lamiera Alucobond colore silver su struttura metallica, mentre le parti  in calcestruzzo sono realizzate con pannelli prefabbricati sia di tipo liscio che scanalato, prodotti appositamente per questo progetto;
-    le parti finestrate sono realizzare con sistema Schuco FW 50 per facciate continue a taglio termico;
-    le pavimentazioni in cemento con spolvero al quarzo gettato in opera;




Terziario, Industriale